.
Annunci online

uniamoilcentrosinistra
Per il partito unico del centrosinistra

politica interna
7 agosto 2008
"Uniamo il centrosinistra!" - Alcune precisazioni

                  img229/1241/loghettoem9.jpg

Dopo l'avvio della discussione in questo blog, è il caso di fare alcune precisazioni sulla petizione "Uniamo il centrosinistra!", lanciata due giorni fa.

Innanzitutto, "Uniamo il centrosinistra!" non vuole il ritorno dell'Unione o di alleanze similari. Questo tipo di esperienze politiche hanno già dimostrato due volte i loro evidenti limiti, e non è il caso di perseverare. Semmai "Uniamo il centrosinistra!" vuole l'esatto opposto, giugendo finalmente al completamento della "unità riformista", avviata prima con l'Ulivo e poi con il PD, riunificando sotto un'unico simbolo e sotto un unica linea di governo tutte le forze e tutti i soggetti politici che si ispirano ad una linea democratica, progressista e riformista. E con questo ci riferiamo certo nè a Rifondazione e Comunisti Italiani nè all'UDC, ma a forze come Sinistra Democratica, Verdi, Partito Socialista, Radicali, Italia dei Valori (oltre che ovviamente il PD), ben consci che certo non tutto ciò che è rappresentato da questi partiti potrebbe entrare in questo progetto, per il semplice fatto di non essere "riformista". Maggiore unità e stabilità del centrosinistra, allontanando gli estremisti e amalgamando tutto ciò che è veramente riformista-progressista-democratico, garantendo così una maggiore stabilità nelle future possibili azioni di Governo.

Inoltre, "Uniamo il centrosinistra!" non è nè contro il PD, nè contro Veltroni, anzi. La nascita del PD è stato il punto più alto raggiunto dal riformismo italiano, con una elevata partecipazione democratica e con forme democratiche, cose mai viste nella politica italiana. Ma non si capisce come l'estensione del progetto riformista anche ad altre forze di centrosinistra (non poi così distanti) possa danneggiare il PD. Soprattutto se l'alternativa è un'alleanza con l'UDC, o addirittura con Rifondazione, come eppure si era inizialmente paventato. E anche se l'alternativa è una semplice alleanza di centrosinistra, che garantirebbe meno stabilità (riportando, questo sì, alla ribalta i particolarismi e le lotte di visibilità) rispetto ad un partito unico. E, a tale proposito, è ovvio che la strada più semplice per arrivare al partito unico è estendere il PD senza distruggerlo (anche se non l'unica): mi sa che è stato frainteso il senso del terzo passaggio della petizione. Se poi invece il PD vuole rimanere così com'è e senza alleanze, i migliori auguri per vincere le elezioni, ma recuperare il divario dalle destre, che avanzano sempre di più, sarebbe alquanto difficile (e comunque tutti i vertici PD sono d'accordo sul fatto che non si può restare così com'è).

Finite le precisazioni (per ora), l'invito è di continuare a commentare l'iniziativa, e a firmare la petizione su:

www.firmiamo.it/uniamoilcentrosinistra 

www.uniamoilcentrosinistra.ilcannocchiale.it 

politica interna
5 agosto 2008
Uniamo il centrosinistra!

Al Partito Democratico
All'Italia dei Valori
Ai Radicali Italiani
Al Partito Socialista
Alla Federazione dei Verdi
A Sinistra Democratica
A tutti i soggetti politici ispirati da una visione democratica, progressista e riformista

Noi, firmatari della petizione "Uniamo il centrosinistra!", chiediamo ai leader dei partiti del centrosinistra italiano, ispirati da una visione democratica, progressista e riformista di Governo, di collaborare e gettare le basi di un partito unico del centrosinistra italiano.

Infatti, nonostante le esperienze dell'Ulivo prima, e la nascita del Partito Democratico poi, sebbene siano stati compiuti importanti passi in avanti, il quadro politico del centrosinistra è ancora troppo frammentato. E le elezioni politiche del 2008, con lo spostamento a destra dell'elettorato, dimostrano quanto sia urgente procedere all'unione di tutte queste forze, "nè comuniste nè centriste, ma riformiste", fornendo così una alternativa unitaria e credibile all'avanzare delle destre.

Ma attenzione: questo non vuole essere un invito alle forze cosiddette "minori" del centrosinistra ad entrare nel Partito Democratico. Questa può essere una delle possibilità per giungere all'unione, così come può esserla una costituente di un nuovo partito, o come può esserla una elezione primaria, o tutte le cose assieme. Non importa.

Ciò che importa ai firmatari di questa petizione è giungere finalmente all'unità formale e sostanziale, attraverso un partito unico, del centrosinistra italiano.

Firma qui:
http://www.firmiamo.it/uniamoilcentrosinistra

www.uniamoilcentrosinistra.ilcannocchiale.it

sfoglia
  
Cerca

Feed

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

Curiosità
blog letto 1 volte